Phone: +39 0630891089 info@delthapharma.it
Il Masurota

MASUROTA® è una miscela probiotica costituita da Bifidobacterium bifidum, Bifidobacterium breve, Bifidobacterium longum, Bacillus subtilis, Lactobacillus casei, Lactobacillus gasseri, Lactobacillus rhamnosus, Enterococcus faecium e Streptococcus thermophilus, con l’aggiunta di Inulina, un prebiotico favorente la crescita / attività della flora batterica.

I probiotici (pro-bios: a favore della vita) sono “micro-organismi vivi che, somministrati in quantità adeguata, apportano un beneficio alla salute dell’ospite” ed il loro impiego risale ai primi del Novecento. Per essere definito probiotico, un microrganismo deve avere caratteristiche ben precise:

  • essere normalmente presente nel nostro intestino, non dare reazioni allergiche o comunque nocive;
  • appartenere alla lista delle specie batteriche qualificate presuntivamente come sicure dall’ EFSA. In ogni caso, i microrganismi probiotici non devono essere portatori di antibiotico-resistenze acquisite e/o trasmissibili;
  • essere attivo, persistente (in grado di aderire alle pareti intestinali e di colonizzazione) e vitale (in grado di riprodursi) a livello intestinale in quantità tale da giustificare gli eventuali effetti benefici osservati in studi di efficacia;
  • essere in grado di conferire un beneficio fisiologico dimostrato (documento FAO/OMS sulla valutazione dei probiotici per uso alimentare).

MASUROTA® favorisce il mantenimento dell’equilibrio del microbiota intestinale ed è un valido alleato in condizioni di disbiosi.

SENZA GLUTINE E NATURALMENTE PRIVO DI LATTOSIO

MASUROTA® esiste in due diversi dosaggi: 25 e 50 miliardi. Entrambi sono inclusi nel registro degli integratori del Ministero della Salute Italiano con i n. 98916 e 98911

DRcaps™ capsules

MASUROTA® è confezionato in capsule DRcaps™ trasparenti, vegetali e gastroresistenti. In questo modo è stato evitato l’utilizzo di sbiancanti (biossido di titanio). Le capsule sono inoltre adatte ai vegetariani e certificate Halal e Kosher. La tecnologia DRcaps™ permette anche il mascheramento di odori o sapori sgradevoli e protegge i probiotici dall’acidità gastrica, garantendo il loro arrivo vivi e vitali nel tratto intestinale, con mantenimento dell’efficacia.

masurota specs

Profilo di stabilità delle DRcaps™ contenenti probiotici: le capsule hanno passato la barriera acida gastrica dello stomaco (pH 1.2) e i probiotici sono arrivati all’intestino senza perdere vitalità (pH 6.8)
*Nessuna presenza di probiotici misurata nello stomaco per 1 h
CFU = numero di unità formanti colonie
CFU log = percentuale di riduzione delle CFU

COMPOSIZIONE:

MASUROTA ® 25 MLD – 1 cps contiene:

Bifidobacterium longum 5,4 miliardi
Bacillus subtilis 2,3 miliardi
Streptococcus thermophilus 2,7 miliardi
Bifidobacterium bifidum 2,95 miliardi
Bifidobacterium breve 2,8 miliardi
Enterococcus fecium 2,75 miliardi
Lactobacillus gasseri 0,98 miliardi
Lactobacillus casei 1,4 miliardi
Lactobacillus rhamnosus 1,4 miliardi
Inulina 268 mg

MASUROTA ® 50 MLD – 1 cps contiene:

Bifidobacterium longum 10,95 miliardi
Bacillus subtilis 4,6 miliardi
Streptococcus thermophilus 5,45 miliardi
Bifidobacterium bifidum 5,9 miliardi
Bifidobacterium breve 5,57 miliardi
Enterococcus fecium  5,45 miliardi
Lactobacillus gasseri 1,94 miliardi
Lactobacillus casei 2,75 miliardi
Lactobacillus rhamnosus 2,75 miliardi
Inulina 136,15 mg

MATERIE PRIME:

Bifidobatteri

I Bifidobatteri sono tra i principali costituenti del microbiota intestinale dell’uomo e sono conosciuti dal 1899.Hanno forma bastoncellare e sono in grado di fermentare gli oligosaccaridi. La loro presenza favorisce l’equilibrio della flora intestinale ed ostacola la crescita di patogeni come l’Escherichia coli sia per competizione peri nutrienti che per produzione di acido lattico. Hanno inoltre attività immunostimolante. Vari lavori mostrano un ruolo in condizioni quali cattiva digestione, diarrea e stipsi in adulti e bambini.

Lattobacilli

I Lattobacilli sono tra i probiotici più studiati. Sono diffusamente presenti nel tratto gastrointestinale e nella vagina e fermentano lattosio ed altri zuccheri con produzione di acido lattico e vari composti secondari (acido acetico, etanolo, anidride carbonica..) riducendo il pH dell’ambiente e contrastando in questo modo la crescita di specie quali Candida albicans. Sono inoltre utili in caso di intolleranza al lattosio, diminuzione della produzione di gas dovuta ai legumi, rinforzano la barriera intestinale, producono sostanze battericide e stimolano il sistema immunitario locale con produzione di IgA, hanno inoltre dimostrato effetto benefico nelle malattie infiammatorie dell’intestino ed in caso di diarrea.

Enterococcus faecium

L’Enterococcus faecium è presente diffusamente a livello intestinale e nell’ambiente grazie alle notevoli capacità di sopravvivenza. Ha mostrato di ostacolare la crescita di organismi patogeni quali Escherichia coli, Salmonella,Shigella ed Enterobacter spp e di essere utile nei casi di diarrea antibiotico-correlata ed infettiva.

Streptococcus termophilus

Lo Streptococcus termophilus è classificato come batterio lattico, è presente nell’ambiente intestinale e nel latte, industrialmente è utilizzato nell’industria casearia per la produzione di formaggi quali mozzarella, asiago, groviera ad esempio. Produce esopolisaccaridi cui sono state attribuite proprietà antibatteriche e antiossidanti, immunostimolanti e rigenerative per la mucosa

Bacillus subtilis

Il Bacillus subtilis è ampiamente utilizzato per la capacità di proteolisi e di fermentazione dei cibi a base di cereali, mais e legumi (America latina, Africa), riso e pesce (Asia) che ne risultano migliorati dal punto di vista organolettico ed arricchiti in proteine pregiate. È usato anche in agricoltura per arricchire il suolo e come microrganismo “modello” in laboratori di ricerca, vista la sua maneggiabilità e facilità di impiego. Come impiego diretto per l’uomo, il Bacillus subtilis è stato storicamente utilizzato nel trattamento delle malattie gastrointestinali e del tratto urinario, grazie alle proprietà immunostimolanti, in era pre-antibiotica: la sua presenza è infatti capace di indurre produzione di anticorpi (IgM, IgG, IgA), citochine e stimolare i leucociti, tanto da essere commercializzato in America ed in Europa per tali usi nel 1946. Ha mostrato inoltre attività contro Escherichia coli.

Inulina

L’Inulina è una fibra composta da unità di fruttosio utilizzata dalle Composite come riserva di energia. Viene principalmente estratta dalla radice della cicoria ed è classificata come prebiotico: “sostanze di origine alimentare non digeribili che possono promuovere selettivamente la crescita e/o attività di uno o più batteri nel tratto intestinale”. In quanto fibra, migliora la regolarità intestinale, mentre molteplici sono gli effetti prebiotici propriamente detti. Infatti, subisce a livello intestinale una fermentazione, con produzione di acido lattico ed acidi grassi a catena corta (SCFAs: acido acetico, proprionato e butirrato) che ostacolano la crescita di specie patogene, hanno attività antiputrefattiva, sono nutritive per gli enterociti con miglioramento dell’assorbimento e dell’integrità delle mucose.

Vuoi maggiori informazioni sul microbiota e le disbiosi? Lascia la tua mail e scarica l’opuscolo informativo

Sei un medico

Autorizzazione al contatto

7 + 5 =